Un’antica falegnameria nel cuore di Milano è il nuovo hub creativo
di Studio DC10, studio di architetti che ha firmato location come Hotel Gritti, Hotel Flywork e Nasse Resort

 

Dove nascono le idee? Dove la creatività prende forma? Dal 19 marzo nel nuovo hub creativo di Studio DC10 Architetti, in via Canonica, un’antica falegnameria milanese. Un bellissimo evento per l’inaugurazione di questo spazio, completamente riqualificato e che oggi è la nuova sede di un team di 20 collaboratori coordinati dai soci fondatori Marco Vigo, Alessia Garibaldi e Giorgio Piliego.

Studio DC10 Architetti è un partner d’eccezione dell’hotellerie. A portare la sua firma sono infatti non solo progetti di atelier, uffici e residenze ma anche di alberghi. Qualche esempio? Flywork Hotel e Hotel Gritti a Milano e Nasse Resort a Ostuni.

Flywork Hotel
Flywork Hotel è un hub polifunzionale dove l’attività ricettiva incontra una serie di funzioni legate all’accoglienza e l’intrattenimento: ristorante, bar interno ed esterno, sale conferenze, una palestra e un business centre. Definito da un tratto industriale metropolitano il Flywork Hotel unisce l’aspetto essenziale e lineare dei toni di grigio a un sistema di illuminazione caldo e ospitale.

Hotel Gritti
L’intervento prevede il restyling dell’Hotel Gritti in una piazza a pochi passi dal Duomo. I 6 piani dell’edificio ospiteranno 40 camere d’albergo. L’ingresso sarà segnalato da una pensilina e le finestrature saranno enfatizzate da persiane metalliche traforate. Il piano terra accoglierà un ristorante con 4 vetrine sulla piazza antistante. Quest’ultimo, ispirato al design di Gio Ponti, presenta una pavimentazione in seminato ritmata da giunti in ottone, unita a pattern geometrici. Le stanze avranno lo stesso stile elegante e rigore formale.

Nasse Resort
S
i basa su un’idea di villaggio diffuso dove i flussi e le aree funzionali vengono distribuiti su tutto lo spazio. È una rivisitazione delle masserie che usano materiali tradizionali e locali reinterpretati in chiave sobria ed elegante per una clientela più sofisticata.

L’approccio innovativo di Studio DC10 Architetti
Da oltre 15 anni Studio DC10 Architetti si affaccia al mondo dell'architettura con un approccio innovativo. In che modo? Coniugando la propria cifra stilistica al progetto senza perdere di vista le esigenze della committenza. Il professionista deve cioè evitare che la rigidità degli spazi possa generare un problema di vivibilità. L'approccio di Studio DC10 tiene quindi in considerazione questo principio. Come? Trasformando i vincoli di un luogo e di un edificio in opportunità progettuali dalle quali partire per sviluppare il concept architettonico.

La nuova sede
Portare la luce naturale all'interno è stato uno degli obiettivi del progetto di trasformazione. Le parti in vetro cemento sono state quindi rimosse creando 7 nuovi grandi lucernari dai quali entra la luce in modo uniforme. Il progetto degli uffici si è inoltre concentrato principalmente su materiali eco- compatibili. Ecco perché è stato introdotto nello spazio di lavoro il concetto di Biofilia. Sia nei tavoli di lavoro sia all'interno di fioriere integrate a filo pavimento che nel patio ci sono infatti essenze selezionate.  

Nella nuova sede gli spazi sono divisi da partizioni vetrate scorrevoli ispirate ai paraventi giapponesi. Tanti, poi, gli elementi che ricordano l’originaria destinazione d’uso. Gli elementi strutturali sono stati riportati al loro stato naturale e la maggioranza degli impianti e delle parti tecniche sono a vista.

Particolare attenzione è stata data allo studio del lighting interno sviluppato con l'azienda Flos. Gli elementi più iconici sono i pezzi di Anastassiades e il Taraxacum di Castiglioni.

 

About Studio DC10 Architetti

Studio DC10 Architetti è uno studio di architetti dinamico, innovativo e capace di coniugare gli aspetti artistico-stilistici ai business plan dei committenti. Ne è testimone la fiducia che marchi leader come Leica e Giada, attenti ai costi e all’immagine, rinnovano da anni. Fiducia guadagnata non solo con la qualità artistica dei lavori, ma anche con le capacità esecutive e organizzative del team. Non a caso l’impronta geografica di DC10 include Bruxelles, Istanbul e arriva fino in Cina. Blend Tower, primissimo smart working italiano, e Science 14 nel quartiere europeo di Bruxelles, sono opere firmate dallo studio. Copernico 38 a Milano è tra i progetti più recenti ed è considerato dai media pioniere dello smart working in Italia.

Copernico Martesana è un progetto selezionato per l’Archmarathon Awards nella sezione interior. Collocato nello snodo di connessione fra le zone di Sesto San Giovanni, Nolo e Bicocca, Copernico Martesana significa 6.500 metri quadrati suddivisi in 3 building indipendenti e interconnessi tra loro dove trovano spazio uffici arredati, coworking, sale meeting, spazi eventi, lounge e library e un café. Un nuovo lifestyle del lavoro rappresentato anche da 2 spazi insoliti: la Oxygen Room (una stanza verde dalle pareti vegetali dove allontanare lo stress, ossigenarsi e lavorare senza cellulare e computer) e il Loft Office (uno spazio di design personalizzato che mantiene una dimensione intima ma condivisa).

 

Per info

Studio DC10 Architetti