NPL e turismo è il binomio al centro del convegno “NPL nel turismo, opportunità di mercato e filiera virtuosa”, che si è svolto a Milano il 18 di settembre. L’iniziativa affronta la tematica del credito deteriorato, di grande attualità per la comunità finanziaria in Italia, con un focus specifico sul mercato turistico-alberghiero, uno dei settori più importanti per l’economia del Paese. Nel 2017 i dati hanno registrato infatti investimenti pari a 1,6 miliardi di euro, con una crescita dei volumi del 7,2% dal 2016.

Il convegno è stato organizzato da Deloitte e dalla società di credit management GMA e ha messo a confronto i principali attori del sistema per tracciare lo stato dell’arte del settore ricettivo al fine di creare maggiore consapevolezza sulle opportunità offerte da questa particolare nicchia di mercato. In occasione dell’evento Deloitte presenta una overview sul mercato degli NPL con un’analisi dedicata al settore turistico-alberghiero, per poi approfondire le strategie di investimento e di gestione all’interno di questa asset class.

“A inizio anno i bilanci delle banche italiane erano gravati da circa 260 miliardi di crediti deteriorati, di cui circa 14 miliardi riferiti a aziende operanti nel settore turistico alberghiero – ha commentato Umberto Rorai, Partner di Deloitte. Crediamo che questa nicchia di mercato possa rappresentare un’ottima opportunità di investimento per investitori specializzati e un’area in grado di trainare la crescita futura del Paese”.

Emanuele Grassi, CEO di GMA ha sottolineato: “In Italia in questo momento esiste uno stock importante di NPL garantiti da immobili a uso turistico e ricettivo, ma banche e servicer non sono perfettamente attrezzati per gestire questa specifica tipologia di immobili. Il convegno vuole portare consapevolezza a tutti gli attori sulle sfide da cogliere, considerando che in Italia il turistico-alberghiero rappresenta uno dei settori con maggiori possibilità di sviluppo”.

L’evento si è tenuto a Rescasa Lombardia, associazione storica del mondo turistico che si occupa del turismo in appartamento, nella sede di Confcommercio a MilanoRaffaele Paletti, Presidente di Rescasa. ha, infine dichiarato: “Negli ultimi anni il mercato del turismo in appartamento si è ampliato notevolmente grazie alla diffusione degli affitti brevi. In Italia ci sono 34,5 milioni di appartamenti, di cui 20 milioni sono prime case e 6 milioni seconde case; dei restanti 6 milioni, una parte significativa afferisce a patrimoni che rientrano nei cosiddetti crediti deteriorati e potrebbero essere potenzialmente messi sul mercato, contribuendo alla risoluzione del problema degli NPL nel turismo.