Ci piace perché

- Varcata la soglia dell’ingresso, avanzando di pochi passi, lo sguardo e lo spirito sono rapiti dalla bellezza del giardino. Una grande vetrata lo separa dalla hall, e una cornice di meravigliose composizioni floreali gli fa da cornice.
- Si ha la percezione, forte ed immediata, di essere arrivati in un luogo esclusivo, dall’atmosfera particolare, ricco di storia ma con un contesto contemporaneo e dove l’eleganza non è mai opulenta.
- Soggiornare nella fantastica Suite Nijinsky e organizzare a fine giornata, nel suo enorme terrazzo, eventi da star della dolce vita.
- Cenare al ristorante ‘Le Jardin de Russie’, nel giardino privato, durante le serate estive, gustando piatti sfiziosi, a lume di candela. Alberi antichi, palme e le fioriture di aranceti e di roseti. L’atmosfera è magica. La piacevolezza è totale. E ci si dimentica del mondo esterno.

Read more

Il mood

Progettato da Giuseppe Valadier nel 1814, l’hotel che deve il suo nome alle frequentazioni dei rappresentati della Casa Imperiale Russa e ai pittori romantici russi che vi soggiornarono. Dopo un lungo restauro, è stato riaperto nel 2000 sotto il segno della Rocco Forte Hotels, tornando ad essere uno degli alberghi più esclusivi della Città Eterna.
L’Hotel de Russie è situato fra due delle più belle e celebri Piazze di Roma, Piazza del Popolo e Piazza di Spagna, a pochi passi dalle vie dello shopping. Grazie al suo Giardino Segreto, disegnato anch’esso dal Valadier secondo la moda dell’epoca, con vialetti, spazi di sosta e una catena d’acqua che scende in tre ninfei, rappresenta un’oasi di quiete e di verde nel cuore della città. Il de Russie è un'icona di lusso essenziale: il suo interior design è basato su uno stile eclettico che, fondendo gli stili, riporta quel ‘melting pot’ tipico delle società più moderne ed avanzate. Un concetto nuovo che si realizza nelle scelte del completo re-styling, nell’aspetto puramente estetico e nell’utilizzo innovativo degli spazi. Nei salotti come nelle camere sono stati privilegiati tinte color pastello, estremamente delicate e riposanti, dal verde-azzurro al sabbia-avorio con sofisticate sfumature di color ametista. I mobili sono lineari, alcuni di ispirazione asiatica con preziose lacche color nero e arancio. Le camere e le suite hanno incantevoli affacci sul giardino, su Piazza del Popolo e sui famosi tetti di Roma.

Chef&Restaurant

- Festival Internazionale del Film di Roma.

Camere e Dotazioni

- 122 camere di cui 33 suites e la magnifica Nijinsky suite.
- Le Jardin de Russie Ristorante e il Stravinskij Bar.
- Wellness & Fitness Zone.
- Connessione Wi-Fi in ogni stanza.